Questo sito utilizza cookies. Per saperne di più: Privacy Policy

Utilizzando questo sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser

Cosa sono la miopia, l’ipermetropia e l’astigmatismo?

Miopia, ipermetropia ed astigmatismo sono tre diversi tipi di ametropie, cioè difetti visivi, a causa dei quali le immagini non vengono percepite nitidamente senza occhiali o lenti a contatto, in quanto non sono correttamente focalizzate a livello retinico.
Miopia: condizione in cui in genere la lunghezza del bulbo oculare o la curvatura della superficie anteriore dell’occhio sono eccessive. L’individuo affetto da miopia vede sfuocato da lontano.
Ipermetropia: condizione in cui in genere la lunghezza del bulbo oculare o la curvatura della superficie anteriore dell’occhio sono ridotte. L’individuo affetto da ipermetropia, se in giovane età, vede sfuocato da vicino e chiaramente da lontano, grazie ad un meccanismo di compenso del difetto visivo. L’ipermetrope in età più avanzata ha difficoltà sia nella visione da vicino sia in quella da lontano.
Astigmatismo: condizione in cui si presenta una anomalia nella forma della cornea. L’individuo astigmatico vede gli oggetti deformati e degli aloni intorno alle luci, sia da vicino che da lontano. L’astigmatismo può essere l’unico difetto visivo, oppure associato alla miopia o all’ ipermetropia.